Cominelli (PD): “per Iss Caffaro è emergenza tra emergenze”


“Lo studio SENTIERI dell’Istituto Superiore di Sanità di cui si è discusso oggi in Commissione Bicamerale sulle Ecomafie conferma la Caffaro di Brescia come uno dei siti di interesse nazionali più critici e dove è necessario intervenire con urgenza per la salute dei cittadini e dell’ambiente.

Non c’è più tempo da perdere ed è indispensabile trovare al più presto le risorse per avviare le necessarie e definitive bonifiche dell’area”, a darne l’annuncio è Miriam Cominelli, parlamentare bresciana del PD e membro della Commissione bicamerale d’inchiesta sui traffici illeciti di rifiuti, al termine dell’audizione in Commissione ai rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità durante la quale si è approfondito lo studio epidemiologico su 44 siti di bonifica di interesse nazionale.

“Che l’eredità lasciata dalla Caffaro sul nostro territorio fosse pesantissima”, prosegue Cominelli, “è un fatto tristemente noto. Oggi arriva l’ulteriore conferma dello studio dell’Istituto Superiore di Sanità che classifica il Sin di Brescia, emergenza tra le emergenze. Un fatto che non può essere ignorato e che impone un intervento da parte del Governo per avviare le bonifiche da diossina e pcb. La notizia di oggi dovrebbe essere un ulteriore spinta per trovare le risorse necessarie sia da parte dei responsabili dell’inquinamento, ma anche da parte delle istituzioni.”