Rifiuti.Braga: superare Sistri con sistema efficace tracciabilità



Intanto sospendere non solo operatività ma anche pagamenti

 

Per superare il 'famigerato' Sistri ''e' auspicabile una soluzione che garantisca l'obiettivo prioritario della tracciabilita' del ciclo dei rifiuti, senza danneggiare ulteriormente il nostro sistema di piccole e medie imprese, in coerenza con quanto previsto dal disegno di legge 'Collegato Ambientale' approvato dalla Camera in novembre e ora all'esame del Senato''. Cosi' Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, depositando un'interrogazione sul Sistri. Il traffico illegale di rifiuti e' una delle attivita' piu' redditizie delle ecomafie, ricorda Braga, e ''secondo le piu' recenti stime vanno alla criminalita' organizzata per i soli rifiuti speciali oltre 3 miliardi di euro l'anno con gravi danni per l'ambiente e la salute dei cittadini''. Un fenomeno che non conosce crisi ''e contro il quale e' urgente attivare un sistema di tracciabilita' per la gestione e la movimentazione dei rifiuti da parte delle aziende che sia semplice, efficace e non troppo oneroso, come chiesto anche dall'Unione Europea'', avverte la responsabile Ambiente del Pd. Cio' detto, pero', ''come evidenziato anche da numerosi atti di sindacato ispettivo presentati in Parlamento, il Sistri non ha fino ad oggi centrato gli obiettivi per i quali e' nato- dice Braga- tanto che il ministro dell'Ambiente Galletti da tempo ha annunciato che entro il 30 giugno 2015 si procedera' a una nuova gara per l'attivazione di un nuovo sistema di tracciabilita' che sostituira' il Sistri, nel rispetto dei criteri e delle modalita' di selezione disciplinati dal codice degli appalti pubblici e dalle norme dell'Unione europea, nonche' dei principi di economicita', semplificazione, interoperabilita' tra sistemi informatici e costante monitoraggio tecnologico, avvalendosi di Consip''.

(DIRE)