Contatti

Contenuti del sito
Scrivi al webmaster

Segreteria
Scrivi alla segreteria

06 695321 (centralino)
320 4597710
dalle 9,30 alle 16,30

presso Sede PD
via Sant'Andrea delle Fratte 16
00187 Roma
 

FB Fans



Link a tema

Login

DOMANI MISSIONE A BRESCIA BICAMERALE INCHIESTA SU ECOMAFIE

 

 

COMINELLI (PD): “ATTO IMPORTANTISSIMO DEL PARLAMENTO VERSO NOSTRO TERRITORIO.”

“La missione conoscitiva della Commissione bicamerale d’inchiesta a Brescia segna un momento di grandissima importanza per il nostro territorio. E’ un momento atteso da anni ed è un atto di grande attenzione del Parlamento nei confronti della situazione bresciana, sempre più nel mirino delle attività illecite legate al ciclo dei rifiuti e del cemento e per le tante emergenze ambientali emerse nel corso del tempo. Come parlamentare bresciana, mi sono spesa con tutti mezzi per far sì che la missione avesse luogo per fare finalmente luce su quella che va considerata come una vera priorità nazionale. L’obiettivo sarà mappare le situazioni a rischio, valutare l’entità del danno e accelerare il percorso delle necessarie bonifiche per la salute dei cittadini e dell’ambiente, ma anche accendere i riflettori sul nostro territorio, per capire cosa realmente è accaduto nel passato,  scongiurare che fatti analoghi si ripetano impunemente e ridare serenità e futuro ai cittadini”, è quando afferma Miriam Cominelli, parlamentare bresciana del PD alla vigilia della missione della Commissione bicamerale d’inchiesta sulle ecomafie.

Il programma prevede per domani mattina il sopralluogo nell’area dell’Ex Selca di Berzo Demo. Al rientro, presso la Prefettura di Brescia i membri della Commissione inizieranno le audizioni con gli esponenti delle istituzioni e delle associazioni ambientalisti, facendo un focus sul SIN Caffaro e appunto sul tema dell’Ex Selca. Audizioni che proseguiranno anche nella giornata successiva. Al termine delle audizioni è prevista poi una conferenza stampa e un sopralluogo nell’area dell’Ex Stabilimento Caffaro e a seguire nella zona di Montichiari.