Contatti

Contenuti del sito
Scrivi al webmaster

Segreteria
Scrivi alla segreteria

06 695321 (centralino)
320 4597710
dalle 9,30 alle 16,30

presso Sede PD
via Sant'Andrea delle Fratte 16
00187 Roma
 

FB Fans



Link a tema

Login

Dati Sist. Elettrico I sem. 2015 e previsioni a fine anno


Consumi elettrici I semestre 2015: Si conferma ripresa dei consumi da termoelettrico mentre diminuisce l’idroelettrico. Bene fotovoltaico, geotermico ed eolico.
I dati del primo semestre 2015 del Sistema Elettrico Nazionale forniti da Terna indicano una ripresa dei consumi da fonti termoelettriche (+3,3 TWh, +4,1%). Tra le rinnovabili l’idroelettrico perde -7 TWh (-21%) rispetto al 2014, solo in parte compensati dall’aumento dell’eolico (+0,8 TWh +9,6%) e fotovoltaico (+1,2 TWh +10,1%).

A fine anno – a parte la variabilità dovuta a fattori meteo - il totale della produzione da fonti rinnovabili (previsione 107-110 TWh), diminuirà rispetto al 2014 di quasi il 10%, con un risultato forse inferiore anche al 2013 (109 TWh).


Previsioni a fine anno (stime soggette a variabilità meteo)
:

Fabbisogno elettrico nazionale: 309,3 TWh quasi stabile (o lieve calo) rispetto al 2014.

Produzione termoelettrica:  171 TWh,+6,5 TWh rispetto al 2014 (+4%).

Pertanto dopo anni di calo (dal 2008), la produzione termoelettrica 2015 supererà quella 2014 e potrebbe superare i 170 TWh (ma erano 179 TWh nel 2013).

Fonti rinnovabili

Idroelettrico: 45-47 TWh, -12 TWh rispetto al 2014 (-20% : - 23%).

Circa metà del calo dell’idroelettrico andrà a vantaggio dal termoelettrico, il resto sarà compensato da fotovoltaico e eolico.

Fotovoltaico: intorno a 26 TWh, +2,6 TWh rispetto al 2014 (+11%).

Eolico: intorno a 16 TWh, +1,3 TWh rispetto al 2014 (+10%).

Nota: per raggiungere il pianificato nazionale 2020 per l’eolico (20 TWh), servirà un tasso di crescita di almeno il 5% annuo sino al 2020.

Geotermico: 5,8 – 6 TWh, +6%. Il trend di crescita del geotermico è costante. Mantenendo gli attuali tassi di crescita, il geotermico potrebbe raggiungere il pianificato 2020 (6,7 TWh) entro il 2017-18.

Le fonti rinnovabili da aprile a giugno hanno coperto oltre il 40% del fabbisogno elettrico nazionale; la quota media di rinnovabili sul fabbisogno elettrico a fine anno sarà di circa il 35%.

Pierluigi Adami