Trivelle. Bianchi (PD): petrolio non e' futuro Italia, tornare indietro


Puglia, Marche, Molise e Basilicata d'accordo su referendum abrogativi
"Dopo i primi pronunciamenti favorevoli di Puglia e Marche insieme a Molise e Basilicata ai referendum abrogativi contro le trivellazioni nei mari italiani, mi auguro che il Governo faccia un passo indietro e proponga una moratoria all'articolo 38 dello Slocca Italia. Il petrolio e' la fonte energetica del passato e di certo non puo' rappresentare il futuro strategico dell'Italia tanto piu' vista la scarsita' delle potenziali riserve nei fondali italiani e il prezzo cosi' basso. L'Italia e' gia' forte nell'energia del futuro e deve continuare su questa strada: fonti rinnovabili, efficienza energetica, reti intelligenti, innovazione. Queste sono scelte strategiche per il futuro che puntano sulla green economy, sul contrasto ai cambiamenti climatici, sulla decarbonizzazione e la tutela dell' ambiente. Il petrolio non e', per l'Italia, sicuramente fra queste". Stella Bianchi, esponente del Pd in commissione ambiente, commenta i pronunciamenti di Puglia e Marche, Molise e Basilicata sulla questione estrazioni petrolifere, mentre numerose altre stanno esaminando le delibere per la richiesta di indizione di un referendum abrogativo della parte dello Sblocca Italia che da' il via libera alla ricerca, coltivazione e produzione di idrocarburi..
(DIRE)