Ambiente, Velo a presentazione indagine Legambiente su plastica in mare

L'isola di plastica del Pacifico è molto lontana dalle nostre coste, eppure il problema dei rifiuti nel Mediterraneo sta assumendo proporzioni crescenti, provocando danni irreversibili all'ecosistema marino e costiero, alla fauna, alla biodiversità e, non per ultimo, all'economia. Lo dimostra l'indagine di Goletta Verde di Legambiente sulla presenza di plastica nei mari italiani - che viene presentata domani mattina a Roma, al Museo Civico di Zoologia, nell'evento "Plastic Free sea", con la partecipazione, tra gli altri, di Silva Velo, sottosegretario all'Ambiente e di Stefano Vaccari, segretario Commissione Ambiente del Senato, relatore del disegno di legge 1676 -, una ricerca frutto del monitoraggio di 1.500 miglia nautiche, dello screening dei rifiuti in oltre 50 spiagge del Mediterraneo e di 10 campionamenti riguardanti la presenza di microplastiche in mare. Dati che dettano l'urgenza di serie politiche di prevenzione che coinvolgano istituzioni, cittadini, aziende e associazioni di categoria, dal mondo della pesca a quello del turismo. "L'obiettivo è ambizioso ma praticabile e necessario, così come impone la direttiva europea Marine Strategy agli Stati membri: il raggiungimento, entro il 2020, del buono stato ecologico per le proprie acque marine. Il tema sarà al centro" si legge in una nota di Legambiente.

(9Colonne)