Smog. Braga (PD): non ha colore, ok impegno Comm. Ambiente Montecitorio


Per audizione Governo e tavolo tecnico d' emergenza
"Lo smog non ha colore politico, eccetto quello grigio che avvolge le citta' italiane, specie quelle del bacino padano. Nelle ultime settimane, non certo come avvenuto nei casi estremi di Pechino e Londra, ma anche a Roma, Milano, Torino, Bologna, Napoli e realta' meno popolose come Frosinone e Treviso hanno ampiamente hanno superato il limite stabilito dalla Legge dei 35 giorni all'anno, con concentrazioni superiori a 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili Pm10. E l'assenza di precipitazioni non fa ben sperare. A guidare la classifica delle citta' piu' inquinate, come attesta il recente monitoraggio di Legambiente, c'e' Milano con i suoi 86 giorni oltre i limiti di smog consentiti. Seguono Torino con 73 giorni, Napoli con 59 e Roma con 49". Lo afferma Chiara Braga , componente della commissione della Camera dei deputati e responsabile Ambiente del Partito Democratico, commentando l'emergenza smog delle citta' italiane nelle ultime ore e la richiesta di audizione nel merito da parte del Governo in Commissione Ambiente alla Camera. "Da accogliere percio' con grande favore la prossima audizione del Governo sulla questione polveri sottili- conclude Braga - e la proposta della commissione Ambiente della Camera di promuovere un tavolo tecnico per mettere in campo efficaci iniziative, a tutela di salute e ambiente, con Regioni, Comuni. Non bisogna infatti dimenticare che l'Agenzia europea dell'ambiente (Aea), ha gia' ammonito l'Italia sugli sforamenti di Pm10 nell'aria delle sue principali citta' e che un'azione concreta e coordinata di tutti gli attori in campo, assieme a buone pratiche dei cittadini, possono essere la soluzione di questo problema".

(DIRE)