Contatti

Contenuti del sito
Scrivi al webmaster

Segreteria
Scrivi alla segreteria

06 695321 (centralino)
320 4597710
dalle 9,30 alle 16,30

presso Sede PD
via Sant'Andrea delle Fratte 16
00187 Roma
 

FB Fans



Link a tema

Login

Mafia: Bianchi (Pd), da beni confiscati servizi a cittadini


 Mafia: , da beni confiscati servizi a cittadini Iniziativa Pd nel Parco Peppino Impastato a Roma
"Roma deve rinascere nel segno della legalita'. E' uno dei messaggi piu' forti che la politica deve dare alla citta'. Per farlo, deve contrastare con decisione la crescita delle mafie, utilizzando al meglio gli strumenti esistenti, a partire dalla confisca dei beni ai mafiosi e alla loro reale e tempestiva assegnazione a progetti al servizio della citta' e dei cittadini". A impegnarsi in tal senso e' stato il Partito Democratico con l'iniziativa 'Ambiente e legalita'. Il futuro di Roma' che si e' tenuta nella Collina della Pace Parco Peppino Impastato di Borgata Finocchio con il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il commissario del Pd Roma e presidente del Pd Matteo Orfini assieme a deputati ed esponenti del partito impegnati nel contrasto di crimini ambientali ed ecomafie: Gennaro Migliore, Stella Bianchi, Marco Ciarafoni e Dario Nanni, candidato presidente del VI municipio. "Solo a Roma i beni confiscati alla criminalita' organizzata sono quasi 1.100. Di questi, piu' della meta', 667, sono immobili", ha detto la deputata PD Stella Bianchi. "Non tutti sono rientrati correttamente nell'uso della comunita' cui sono destinati. Per questo e' importante istituire un ufficio di scopo per i beni confiscati come ha proposto il nostro candidato sindaco Roberto Giachetti. Dobbiamo dare piena attuazione alla legge e restituire alle comunita', ai cittadini l'uso dei beni confiscati". La collina della pace con il Parco Peppino Impastato e' stata inaugurata nel dicembre 2007 e la nuova Biblioteca solo qualche giorno fa: un esempio virtuoso di bene che, grazie anche alla partecipazione dei cittadini, torna a disposizione di tutti, dopo la confisca a Enrico Nicoletti, cassiere della banda della Magliana e l'abbattimento di un ecomostro di sei piani, ovviamente abusivo.
(ANSA).