Ecocosmesi, Realacci: approvata legge per difendere salute e il mare

Ecocosmesi, Realacci: approvata legge per difendere salute e il mare

"Il via libera all'unanimita' della Camera alla legge sulla cosmesi sostenibile di cui sono primo firmatario e' un passo avanti importante per arrivare a calcolare l'impatto dei cosmetici sull'ambiente, stimolare una cosmesi piu' green e dare ai cittadini una certificazione ecologica trasparente e garantita dalle istituzioni pubbliche. Un testo nato a partire da una mia proposta di legge, la 106, e da quella analoga presentata da Abrignani (2812), di cui sono state relatrici le colleghe Gadda e Mucci. Il provvedimento, assorbendo una mia seconda proposta di legge in materia, introduce il divieto di usare le microplastiche nei cosmetici, a tutto vantaggio di salute e mare. Un risultato frutto anche della campagna 'Mare mostro' di Marevivo e delle iniziative di Legambiente e di altre associazioni ambientaliste. Questo testo di legge nasce per 'misurare' la grande quantita' di cosmetici che usiamo quotidianamente, tra creme, detergenti, lozioni per il corpo e trucchi, e che finisce nell'ambiente, fiumi e mare innanzitutto. Si tratta di un provvedimento che va in direzione di una maggiore tutela dell'ambiente, della pelle e della salute, di una maggiore trasparenza verso i consumatori e che ci mette al passo con i paesi piu' avanzati dall'Ue. L'Italia e' leader nel mondo nel settore dei cosmetici: nel nostro Paese si produce oltre il 60% del make-up mondiale. Primato che puo' essere mantenuto e rafforzato puntando sulla sostenibilita', sulla trasparenza, sulla qualita'. La legge prevede, tra l'altro, che Ispra, ISS e un comitato di esperti lavoreranno per garantire trasparenza e controllo pubblico sui parametri ecologici europei e su quelli introdotti dalla nuova normativa, come la dermocompatibilita'. Per poter ottenere il marchio di qualita' ecologica istituito dal provvedimento, il cosmetico candidato deve avere un dossier in cui ne sia specificata la composizione, le sostanze non biodegradabili o con potenziale impatto sull'ambiente, sulla pelle e sulla salute eventualmente presenti e in che quantita', e non deve contenere ne' sostanze vietate dalla normativa vigente ne' componenti testati su animali. Il testo di legge vieta inoltre, a partire dal 1? gennaio 2020, la produzione e la messa in commercio di cosmetici contenenti microplastiche, prevedendo anche multe per i trasgressori e la sospensione delle attivita' per i recidivi. Grazie a questa legge l'Italia diventa il primo paese europeo ad introdurre il divieto di utilizzo di microplastiche nei cosmetici ed e' molto importante aver fissato una data per l'entrata in vigore di tale divieto. Strategico portare questa battaglia anche in sede europea ". Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, sul via libera di Montecitorio alla legge per la cosmesi sostenibile di cui e' primo firmatario.
(ilVelino/AGV NEWS)