Contatti

Contenuti del sito
Scrivi al webmaster

Segreteria
Scrivi alla segreteria

06 695321 (centralino)
320 4597710
dalle 9,30 alle 16,30

presso Sede PD
via Sant'Andrea delle Fratte 16
00187 Roma
 

FB Fans



Link a tema

Login

Pd:Realacci,serve nuova proposta politica futura Legislatura

 Pd:Realacci,serve nuova proposta politica futura Legislatura Non convince dibattito su sconfitta referendum

"Non trovo convincenti i temi, i modi e i tempi del dibattito nel Partito democratico sulle ragioni della pesante sconfitta dei 'SI' alla riforma costituzionale. Non aiuta il fatto, di per se' positivo, che il Pd sia l'unica forza politica che usa lo streaming nei suoi organismi dirigenti: c'e' il rischio di una discussione piu' orientata alle cronache politiche che alla lettura del Paese". Cosi' Ermete Realacci, deputato del Pd e presidente della commissione Ambiente alla Camera, in un articolo a sua firma su 'Linkiesta.it'. Realacci si augura "un cambiamento nella capacita' del Pd di proporre una nuova proposta politica per l'Italia" (chiamata piu' avanti "una nuova piattaforma politica per la futura Legislatura"). Realacci pensa sia necessario "cambiare rotta sulle priorita' dei temi in agenda. A cominciare dal tema ambientale. Renzi sa bene che gia' oggi una parte significativa della nostra economia e' orientata verso la green economy. Siamo pieni di 'obamiani' ma l'ambiente non e' stato citato nell'Assemblea nazionale del Pd". Il Pd, secondo Realacci, "non puo' ripartire" da temi "ad altissimo rischio di avvitamento autolesionistico" come la legge elettorale e la durata della Legislatura, mentre "il governo e' chiamato ad affrontare temi vitali che vanno dall'economia, all'immigrazione, alle sofferenze sociali". "Non e' da qui che puo' ripartire una rinnovata proposta politica del Pd all'Italia, con la leadership di Matteo Renzi - spiega il presidente della commissione Ambiente a Montecitorio - passaggio indispensabile per tornare a convincere, aiutare il Paese ad affrontare i problemi aperti e quindi vincere le elezioni. Sbaglia infatti chi si oppone a Renzi con toni e comportamenti sguaiati. La sua figura e la sua proposta politica hanno fatto e fanno la differenza tra il consenso del Pd in Italia e quello di tutti gli altri partiti socialisti e democratici dei grandi paesi europei". Realacci chiede "un'idea ambiziosa e al tempo stesso praticabile di futuro". Quanto ai temi ambientali, rileva Realacci, "non sono mancate iniziative importanti del Governo e del Parlamento". Ma per esempio sarebbe un "grave errore" scrivere la Strategia energetica nazionale senza tener conto degli impegni presi alla Cop21 di Parigi. Oppure rimanere ancorati a "una concezione dello sviluppo troppo legata a modelli del passato", come accaduto con il referendum sulle trivelle. E allora scrive il deputato del Pd "qualcosa puo' fare da subito il governo Gentiloni, ma e' necessario definire una nuova piattaforma politica per la futura Legislatura. Matteo Renzi sa bene che gia' oggi una parte significativa della nostra economia e' orientata verso la green economy. Ho sostenuto e sostengo la sua leadership anche perche' lo ritengo in grado di fare di questo una delle chiavi del futuro dell'Italia. Questo non e' finora avvenuto in maniera adeguata".
(ANSA).