Energia. Realacci (PD): sulla Sen serve grande consultazione


"E' ormai chiaro che il futuro dell'energia e in particolare dell'energia elettrica e' in un incrocio tra efficienza, fonti rinnovabili e garantire energia a un costo contenuto. Su questo bisogna costruire la Strategia energetica nazionale".

Lo sottolinea Ermete REALACCI, presidente della commissione Ambiente della Camera, in occasione del convegno su 'L'energia del futuro' in corso a Montecitorio. Il deputato Pd osserva che "la vecchia Sen era vecchia gia' quando e' nata e infatti e' stata superata dai fatti: chi avesse detto 15 anni fa che l'Italia avrebbe avuto il 40% di energia da fonti rinnovabili sarebbe stato guardato come un individuo bizzarro, invece sono cambiate tante cose". Certo, "sulle rinnovabili si puo' aumentare la quota- prosegue- senza incentivi forti perche' sono gia' mature e lo si puo' fare agendo sugli impianti esistenti, eolici e fotovoltaici, per i quali ci vogliono procedure agevolate e poi si deve favorire molto l'autoproduzione di singoli, Comuni e imprese che possano avere un prezzo piu' basso se usano l'energia che producono". Rispetto alla Sen "la prossima settimana ascolteremo in commissione Ambiente e Attivita' produttive i ministri Calenda e Galletti, poi dovra' partire una consultazione che io credo debba avere piu' tempo delle due settimane previste, direi un mese e mezzo-due. Questa e' una partita dell'intero Paese", conclude.
(Dire)