Home / Clima / Speciale Cancun


Speciale Cancun

Pubblicato da serena.alessandrelli il 16 dicembre 2010

Tag: ,

Vigni: Da Cancun una svolta importante

“E’ un importante passo in avanti: dalla conferenza di Cancun, dopo la battuta a vuoto dello scorso anno a Copenaghen, arriva finalmente una svolta positiva nell’impegno per il clima. Con il coinvolgimento anche dei paesi che non avevano sottoscritto il protocollo di Kyoto, a partire da Stati Uniti e Cina, si sono ora poste le basi per un accordo globale che consenta una consistente riduzione delle emissioni già entro il 2020”. questo il commento di Fabrizio Vigni, presidente nazionale Ecologisti Democratici.
“Tra i risultati positivi anche la decisione di istituire un fondo per i paesi in via di sviluppo, una condizione essenziale per un più efficace trasferimento di tecnologie pulite e per un sostegno ai paesi più poveri. Diviene decisivo, a questo punto, l’impegno per arrivare ad una efinizione precisa degli impegni di riduzione delle emissioni, paese per paese, entro la conferenza di Durban del 2011. L’Europa, che a Cancun ha svolto un ruolo importante, può ora realisticamente porsi l’obiettivo di portare gli obiettivi di riduzione al 30 per cento, come proposto dai governi di Germania, Francia, Inghilterra. E l’impegno sul clima – conclude Fabrizio Vigni – deve divenire una priorità per l’agenda politica, finalmente, anche in Italia: anche perchè investire sulla green economy sarà sempre più decisivo per uscire dalla crisi, creare posti di lavoro, dare forza alla nostra economia”.

da Cancun a Roma: il resoconto dell’on. Alessandro Bratti